Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Feeder

Il Feeder in mare è una tecnica di pesca, abbastanza semplice in cui cimentarsi, nata alla fine degli anni sessanta in Inghilterra. I luoghi in cui è consigliata la pratica sono le banchine portuali, le scogliere e le spiagge con fondali che degradano velocemente.

E’ una via di mezzo fra il surfcasting leggero e la pesca a fondo medio-leggera con canne ad azione di punta, di lunghezza che varia da 3,30 a 5 m, con vettini intercambiabili (sottile, medio e grosso) in base al tipo di pesca e alla corrente dell’acqua.

La pesca a Feeder si pratica con il pasturatore. In commercio esistono dei prodotti specifici (antitangle storti), i quali hanno come attacco dei moschettoni, dove si possono mettere dei piombi con girelle o pasturatori. I mulinelli utilizzati sono di media grandezza, non molto veloci, ma capaci di un recupero senza sforzo, caricati con circa 200 mt di nylon o filo trecciato ovvero multifibre. Per la pasturazione possono essere utilizzati diversi tipi di esche.