Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

LE REGOLE DELLA PESCA SPORTIVA VERSO UNA LEGGE QUADRO

Se ne discute da diversi anni e, finalmente, sembra essere maturo il tempo di valorizzare la figura del pescatore sportivo e ricreativo dotandolo di una più moderna legge nazionale per esercitare l'attività di pesca sportiva in acque interne.
L’attuale R.D. n. 1604 del 1931 e i successivi provvedimenti correttivi, oltre che risultare obsoleti, non sono in sintonia con le recenti direttive comunitarie per ciò che attiene la salvaguardia e la preservazione degli ambienti acquatici. Inoltre a ciò, vanno aggiunti i cambiamenti normativi dovuti ai nuovi assetti legislativi regionali e provinciali dopo la riforma del 2015.
La FIPSAS e la FIOPS, quindi, hanno preparato un testo articolato di bozza di legge che ieri mattina, il Presidente Nazionale FIPSAS Prof. Ugo Claudio Matteoli, ha consegnato nelle mani del Vice presidente della Commissione Ambiente Sen. Massimo Caleo e del Sen. Claudio Broglia, membro effettivo della Commissione Bilancio.
La riunione, alla quale hanno partecipato anche tecnici legislativi di grande esperienza che si sono soffermati sugli aspetti più innovativi che la nuova bozza di provvedimento intende introdurre, è servita alla Federazione per illustrare i principali contenuti della Proposta di legge ed è stata preziosa per raccogliere, da parte dei Senatori, indicazioni e suggerimenti per rendere il testo più aderente alle esigenze dei pescatori sportivi e ricreativi.
La promessa dei senatori è quella di depositare il prima possibile il testo per la successiva discussione in commissione.
Il Presidente Matteoli ha espresso ampia soddisfazione per quanto emerso dall'incontro: - "Finalmente possiamo dichiarare di aver posizionato un tassello fondamentale per l'attività della pesca sportiva e ricreativa in Italia. Questo provvedimento, infatti, oltre che rappresentare un valido strumento di indirizzo atto a rendere uniforme e più snella la sua applicazione da parte delle Regioni, le quali hanno competenza a legiferare in materia, si propone come un moderno quadro di riferimento che assume una funzione di cornice atta a individuare le linee di indirizzo generali per la gestione di un'attività che rappresenta uno dei più importanti settori ricreativi in ambito nazionale sia per numero di praticanti che per l'economia che genera sul territorio.

IMG 20171130 101625 m