Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

VERIFICA DEI REQUISITI E MANTENIMENTO QUADRI TECNICI APNEA

Si segnala che, in conformità con quanto previsto dal Programma Formativo Apneistico (PFAp), ogni trentasei (36) mesi i Quadri Tecnici dell’Apnea dovranno partecipare alla verifica dei requisiti di sicurezza, consistenti in:

una prova di discesa a 30 metri di profondità in CWT;
una prova di recupero di apneista incosciente da 20 metri di profondità, salpando il cavo;
una simulazione di soccorso su apneista incosciente a 15 metri di profondità, per intervento diretto.

La prima verifica è fissata per tutti entro e non oltre il 31 Dicembre 2018, con certificazione ad opera di un Commissario (CAp) o di un Maestro di Apnea (MApn3) incaricati dai rispettivi Settori.
Coloro i quali non partecipassero alla prova entro i termini stabiliti o non risultassero idonei verranno dichiarati temporaneamente inattivi nell’abilitazione a svolgere corsi ed emettere brevetti di apnea. Saranno autorizzati, comunque, a svolgere i corsi indoor (Pool CMAS), rilasciando i relativi brevetti. Saranno, inoltre, abilitati a svolgere le funzioni formative previste dal proprio brevetto, fermo restando che nelle attività in acque libere (AL) dovranno avvalersi di collaboratori regolarmente inseriti nell’albo tecnici apnea (ATA).
Le verifiche dovranno essere organizzate dalle singole Società o dai CeFIS e i luoghi e le date di svolgimento delle stesse dovranno essere comunicati alla FIPSAS, tramite posta elettronica, con un preavviso di almeno quindici giorni rispetto al loro inizio, in modo tale che i Settori possano procedere alle designazioni dei Valutatori e le informazioni ad esse relative possano essere inserite nelle Applicazioni Informatiche Federali (AIF) ed essere pubblicate nella sezione del sito federale dedicata.
Si segnala, altresì, che tali verifiche, oltre che in acque libere, potranno essere svolte anche presso l’impianto sportivo Y-40. Resta inteso, invece, che gli esami di abilitazione all’insegnamento di apnea outdoor dovranno svolgersi necessariamente in acque libere.
Al termine delle suddette verifiche, il Commissario o il Maestro dovrà inviare al Settore che lo ha incaricato l’elenco di coloro che hanno superato le prove.
Tali verifiche sono cumulative e non sostitutive rispetto agli aggiornamenti per Istruttori, Tecnici, Allenatori, Maestri e Commissari che non abbiano già conseguito il brevetto NP1 (Istruttore di Attività Natatorie di Base), i quali dovranno svolgersi anch’essi entro il 31 Dicembre 2018.
La non partecipazione all’aggiornamento comporta l’uscita dall’albo.

(Foto di Daan Verhoeven)