Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L'ITALIA STA PER DOTARSI DI UNA LEGGE QUADRO PER LA PESCA SPORTIVA IN ACQUE INTERNE

Il disegno di legge prende spunto da una proposta già presentata al Senato nella precedente legislatura. Il testo riprende diffusamente i contributi più originali e innovativi elaborati, nel corso degli ultimi anni, dall'intenso lavoro e studio svolti dalla FIPSAS in merito all'evoluzione dell'attività alieutica e, più in generale, al processo di modernizzazione che sta vivendo il settore della pesca sportiva e ricreativa.
Le maggiori novità del testo di legge, riguardano aspetti importanti come la rimodulazione delle competenze degli enti locali, i benefici dello sviluppo del turismo alieutico sull'economia del territorio, l'esigenza di rinnovare la classificazione delle acque e il considerare la fauna ittica patrimonio indisponibile dello Stato. Ma, soprattutto, la nuova norma risulta arricchita, significativamente, nel contrasto alla piaga del bracconaggio ittico. Infatti, l'ex art. 40 della Legge 154/2016, viene abrogato e sostituito da una norma più corposa ed efficace per debellare il fenomeno in maniera determinante.

Ovviamente, questo DDL verrà presentato in una conferenza stampa a breve, dove saranno invitati tutti gli attori che hanno partecipato alla sua stesura e, inoltre, successivamente sarà costituito un gruppo di lavoro, coordinato dalla Federazione, che emenderà il testo apportando contributi e modifiche significativi e utili affinchè, venga approvata una Legge davvero utile e innovativa per il settore.

LEGGI IL TESTO