Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

EURO-AFRICANO DI PESCA IN APNEA: IL PUNTO DI VISTA DEL PRESIDENTE DEL SETTORE, CARLO ALLEGRINI

A un giorno di distanza dalla conclusione della 32^ edizione del Campionato Euro-Africano di Pesca in Apnea, svoltasi a Svendborg, in Danimarca, dal 5 all’8 Settembre u.s., in occasione della quale ha perso la vita l’atleta portoghese Matthias Sandeck, il Presidente del Settore Attività Subacquee e Nuoto Pinnato, Carlo Allegrini, ferma restando la tragicità di quanto accaduto, ha voluto in ogni caso rimarcare i meriti degli azzurri. Di seguito le sue dichiarazioni:
“Voglio esprimere le mie congratulazioni al Team che è uscito vincitore dal Campionato Euro-Africano disputatosi in Danimarca. Il tragico evento accaduto nella seconda giornata deve far riflettere, ma non deve sminuire l’importanza del risultato raggiunto dalla nostra Squadra, che si è distinta per impegno, coerenza e coesione, così come per le doti umane. Ritengo che le vittorie non vengano mai per caso e l’aver annullato la seconda giornata non ci ha di certo favoriti. Anzi, forse ci ha danneggiati, dal momento che Stefano Claut, Valerio Losito e specialmente Giacomo De Mola sono andati fortissimo nella seconda giornata. Quindi, il primo posto lo avremmo potuto tranquillamente conquistare sul campo, analogamente a quanto avvenuto nella prima giornata. Tuttavia, a prescindere dai risultati, ho trovato una Squadra compatta e coesa, come da me auspicato, e, soprattutto, rispettosa dei ruoli. Quindi, ringrazio di nuovo sia i tre atleti titolari che la riserva, Angelo Ascione, e il capitano Marco Bardi. Quest’ultimo per il modo esemplare con cui ha condotto e coordinato la Squadra. Ritengo che ci siano tutti i presupposti per rilanciare, nonostante tutto, la disciplina della Pesca in Apnea. Bravi tutti!”