Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

AVVIATO IL TAVOLO INTERISTITUZIONALE SULLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PESCA SPORTIVA E RICREATIVA NEI PORTI DEL LAZIO

Ieri pomeriggio presso la Sala Marta Russo della Presidenza della Regione Lazio è stato formalmente istituito il tavolo tecnico istituzionale per la regolamentazione della pesca sportiva e ricreativa nei porti del Lazio.
L'istituzione del tavolo è avvenuta dopo alcuni mesi dalla firma del protocollo d’intesa tra Regione, direzione marittima del Lazio, Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centro settentrionale e le associazioni FIPSAS Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacquee e Nuoto Pinnato, FIOPS - Federazione Italiana Operatori Pesca Sportiva,  e Arci Pesca FISA.


Stefano

I porti oggetto del protocollo sono Civitavecchia, Fiumicino, Gaeta, Anzio, Formia, Terracina, Ventotene. L’avvio ai lavori è stato dato dall’assessore regionale Enrica Onorati. Presenti il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centro settentrionale Francesco Maria Di Majo, il Comandante Guglielmo Cassone della Direzione Marittima del Lazio, il consigliere federale Stefano Sarti e il responsabile delle relazioni istituzionali Sergio Schiavone della FIPSAS, il direttore della FIOPS Francesco Ruscelli e il presidente ARCI PESCA Fabio Venanzi. Le associazioni di pesca sportiva presenti, in particolare la Federazione, hanno avviato questa serie di convenzioni con le regioni al fine esclusivo di implementare l'attività della pesca ricreativa e sportiva nei porti che, per motivi legati soprattutto alla sicurezza, negli anni è stata gradualmente estromessa dalle attività all'interno dell'area portuale.

tavolo