Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

images/images/Pesca_Di_Superficie/spinning_dariva/medium/arno_herrmann_sito.jpg

LA PASSIONE ARTIFICIALE DI ARNO HERRMANN

Classe 1987, nato a Bolzano, medaglia d'argento a squadre e individuale lo scorso maggio in Bosnia al mondiale di Spinning da riva, stiamo parlando di Arno Herrmann, un campione spesso alla ribalta delle cronache di questa disciplina di pesca sportiva in acque dolci. Una passione quella di Arno, che affonda le sue radici in tenera età, quando già a soli 4 anni pescava con il papà nei laghi di alta montagna del Trentino Alto Adige.

Passione e talento, che gli hanno consentito di non farsi mai trovare impreparato a nessun appuntamento agonistico, sia nazionale che internazionale.
Nel 2005 a Bedizzole sul Naviglio, vince all'esordio, il primo campionato italiano under 18 (vincerà poi i 3 successivi).
Nel 2011, dopo aver vinto il campionato italiano seniores, viene convocato per la prima volta in nazionale in occasione dei Giochi Mondiali della Pesca, sul fiume Nera vince l'oro a squadre e quello individuale, da quel momento rimane stabilmente nel giro azzurro, ed è un susseguirsi di risultati, argento a squadre nel 2014 in Bulgaria, un bronzo l'anno successivo in Irlanda, l'anno scorso in Val di sole, medaglia d'oro a squadre e medaglia di bronzo individuale, sino ad arrivare allo scorso maggio, con il doppio argento conquistato a Sarajevo.

italia2

Qual'è la forza di questo gruppo?
La forza di questo gruppo è il dedicare tanto tempo a questa passione, non ci adagiamo mai e ci mettiamo sempre in discussione, perché nella pesca non si finisce mai d'imparare, la pesca non è mai ferma, bisogna aggiornarsi sempre con le tecniche, con le canne da pesca, con gli artificiali.

Qual'è la medaglia che ricordi con più piacere?
Nonostante aver vinto l'oro al mondiale, non ci crederete, ma la medaglia che ricordo con più piacere è quella vinta nel primo campionato italiano under 18, non dimenticherò mai l'emozione di papà nel vedermi vincere.

Cos'è mancato in Bosnia per non vincere per il secondo anno consecutivo il titolo mondiale?
Non siamo stati calmi secondo me sin da subito, ci siamo fatti prendere dal nervoso, cosa che può accadere, con un po' più di freddezza all'inizio della gara saremmo riusciti a vincere il mondiale anche quest'anno, perché a livello di squadra non ci manca nulla.

A chi dedichi questo argento?
Lo dedico alla mia ragazza e alla mia famiglia che sin da piccolo mi ha sempre seguito in questa passione.

33897374 1690372557697753 5205083549060825088 n