Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/images/attivitasubacquee_nuotopinnato/Pesca_in_apnea/medium/pescainapnea.jpg

BLOCCATO DALLA FORESTALE UN SUB MENTRE PESCAVA NEL PARCO DELL’ARCIPELAGO DELLA MADDALENA

Nei giorni scorsi, un pescatore in apnea è stato fermato dagli uomini della base logistico operativa navale del Corpo Forestale di Palau mentre pescava nella zona di massima protezione nelle acque del Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena. Dal momento che il subacqueo in questione, stando a quanto riportato dagli organi di stampa (vedasi l’articolo pubblicato di seguito), è anche un campione di pesca in apnea, la FIPSAS farà tutti gli accertamenti del caso per risalire all’esatta identità di tale soggetto. Questo allo scopo di poterlo denunciare agli Organi di Giustizia Sportiva e fare in modo che quest’ultima possa assumere gli opportuni provvedimenti disciplinari. 
Per la FIPSAS, considerata anche la sua natura di Associazione di Protezione Ambientale, non è tollerabile, infatti, che un proprio tesserato si renda protagonista di una simile condotta, la quale risulta altamente lesiva sia dell’immagine della Federazione stessa che dei valori che quest’ultima incarna.

IMG 20180717 WA0002