Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/images/attivitasubacquee_nuotopinnato/medium/carloallegrini_intervista2019.jpg

CARLO ALLEGRINI TRA PRESENTE E FUTURO

Il Presidente del Settore Attività Subacquee e Nuoto Pinnato fa il punto sull'esaltante stagione agonistica internazionale da poco conclusa e da alcune anticipazioni sui prossimi appuntamenti internazionali in Italia.

Quest’anno dopo Pescara 2015 si è svolta a Patrasso la seconda edizione dei Mediterranean Beach Games, ancora una vetrina importante per il Nuoto Pinnato.

Assolutamente si, vetrina importantissima, gara del CIO, con immenso piacere la FIPSAS è stata all’interno di questa manifestazione con il nuoto pinnato, quattro anni fa a Pescara eravamo un po’ più timidi malgrado i risultati. In questa seconda edizione siamo stati più seguiti, il CONI ci è stato sempre vicino, è stato un orgoglio che abbia apprezzato le nostre prestazioni e di conseguenza che la Federazione abbia avuto l’immagine che speravamo. Sono gare molto importanti sotto l’egida del CIO, per quanto ci riguarda come attività, sono determinanti e molto umilmente credo di poter affermare che sia la manifestazione più importante dove la federazione ha partecipato. E’ fondamentale per la crescita del Nuoto Pinnato, ti seguono in tanti, ti conosco e si aprono nuovi orizzonti.
Abbiamo vinto 15 medaglie, un grande risultato, bravi i ragazzi, bravi i tecnici.
7 medaglie d’oro, 3 d’argento, 5 di bronzo, abbiamo ottenuto risultati soprattutto nelle staffette, dove eravamo svantaggiati rispetto alla Grecia, ma dove grazie all’ottima formazione dei tecnici e alla cattiveria agonistica impiegata dai nostri ragazzi abbiamo ottenuto risultati inaspettati.
I Beach Games sono un grande appuntamento, ma va ricordato che la FIPSAS attraverso il nuoto pinnato parteciperà anche ad un altro evento CIO, i World Games che si svolgeranno nel 2021 negli USA e saranno un’altra importante vetrina.

69748277 409511666359853 8259115771112718336 o

Quest’anno per la prima volta un’evento internazionale di Apnea è stato seguito a livello mediatico dalla televisione, a Roatan una troupe RAI ha seguito l’intero mondiale a conferma dell’ascesa di questa disciplina.

Insieme al nuoto pinnato è sicuramente, senza nulla togliere alle altre discipline che sono altrettanto importanti, la disciplina con maggiore visibilità e interesse per i media.
Quest’anno è stato molto importante che per la prima volta la RAI si sia interessata al mondiale di apnea Outdoor e ci fa ben sperare per il futuro.
Ci auguriamo che gli interventi aumentino e che arrivino anche da altre emittenti.
La cosa fondamentale è che si mantenga alto il livello dei nostri atleti, in questo momento abbiamo un atleta fenomenale come Alessia Zecchini ed altri atleti che stanno crescendo, è soprattutto grazie ai loro risultati che aumenta la visibilità di questa disciplina.

Si è conclusa la stagione agonistica 2019 con un bilancio estremamente positivo, il tuo settore ha vinto 45 medaglie, 17 d’oro, 9 d’argento e 19 di bronzo.

Non ho mai dato molta importanza al numero di medaglie, ho sempre sperato che ogni anno fossimo ai vertici.
Noi siamo ai vertici mondiali in tante discipline, non solo nel nuoto pinnato e nell’apnea, lo siamo nell’orientamento, e ne vado orgoglioso perché negli ultimi anni lo abbiamo rifondato totalmente. Lo siamo nella fotografia subacquea e nel video subacqueo.  Lo siamo anche nel tiro al bersaglio subacqueo, anche se quest’anno non ci sono state manifestazioni internazionali, ci siamo sempre dimostrarti all’altezza.
Siamo ai vertici anche nella pesca subacquea e mi fa particorlamente piacere, visto che da quest’anno la seguo direttamente, ho conosciuto un mondo che ha bisogno di parlare, di confrontarsi, di discutere che cosa si può fare per questa disciplina. Sono sempre stato disponibile al dialogo e i risultati sono effettivamente di cambiamento, lo dico io, ma credo che è sotto l’occhio di tutti , la nuova Circolare Normativa ha subito diversi cambiamenti frutto delle richieste pervenute dalla base. Quest’anno al campionato Euro Africano abbiamo vinto a Squadre ed ottenuto un secondo e un terzo posto individuale, le note vicende che hanno portato all’annullamento della la seconda giornata(con il decesso di un atleta portoghese) hanno fatto si che a questo risultato sia stato dato poco risalto. Ma tengo a precisare che per vincere bisogna stare in testa, e noi lo eravamo dopo la prima giornata, davanti agli spagnoli che si ritengono i più bravi pescatori del mondo.
L’anno prossimo abbiamo un appuntamento importantissimo per la pesca in apnea, il Mondiale, che organizzeremo in Sardegna, ad Arbatax. Sono diversi anni che non si svolge un evento del genere in Italia, le attese sono tante e parteciperanno tante nazioni. E’ una manifestazione alla quale presteremo la massima attenzione e che ci esorta a fare bene.
Non voglio però dimenticare i giochi di squadra, nell’Hockey Subacqueo, abbiamo partecipato al Mondiale Giovanile, i nostri ragazzi sono arrivati ottavi, ma con un pò più di fortuna sarebbe potuto arrivare un piazzamento tra il sesto e il quinto posto. Va bene così, si sono difesi, hanno vinto qualche partita, ne hanno perse altre per pochi punti. La squadra Elite ha partecipato all’Europeo, deve crescere ancora, non si parte solo per vincere ma anche per fare esperienza. Anche il Rugby subacqueo al mondiale si è comportato dignitosamente.
Insomma una stagione che con 45 medaglie ci conferma ai vertici mondiali, ci sono nazioni con mezzi superiori ai nostri e la cosa più difficile anno dopo anno è mantenersi competitivi.

51584522 1901472593313673 2321280410165706752 o

Per il 2020 ai parlato del Mondiale di Pesca in Apnea ad Arbatax, ci dovremo aspettare altri eventi internazionali in Italia?

Si, ci saranno gli Europei Giovanili ed il Mondiale Master di Nuoto Pinnato entrambi a Lignano Sabbiadoro, che sono altre 2 manifestazioni internazionali che necessitano d’impegni al livello organizzativo importanti.
La CMAS in accordo con il Presidente Matteoli, non esita ad assegnarci eventi di questo genere, perché in questi anni ci siamo sempre dimostrati all’altezza del compito.
Vi anticipo a tal proposito che siamo già in ballo per il 2021 per l’assegnazione dei Mondiali di Fondo di Nuoto Pinnato e per l’Europeo di Hockey Subacqueo.