Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/images/federazione/medium/palazzochigi-cdd.jpg

I DISEGNI DI LEGGE “BOSSI”, SUL BRACCONAGGIO E “CENNI E ROMANO”, SULLA PESCA SPORTIVA IN MARE, OGGI IN DISCUSSIONE IN COMMISSIONE AGRICOLTURA DELLA CAMERA

La giornata di oggi è molto importante per quanto riguarda la pesca sportiva in Italia.

Infatti alle 13:30 in XIII Commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati inizieranno il loro iter di analisi, confronto, discussione e votazione, due disegni di legge estremamente importanti, la cui elaborazione è stata fortemente sollecitata da FIPSAS e FIOPS.

Si tratta delle modifiche all'articolo 40 della legge 28 luglio 2016 numero 154, in materia di contrasto al bracconaggio ittico nelle acque interne (esame C.2328, approvato dalla 9° Commissione permanente del Senato - relatore on. Liuni) depositato in Senato a prima firma del senatore Simone Bossi e della disciplina sulla pesca ricreativa in mare e disposizioni per la salvaguardia della fauna ittica e dell’ecosistema marino (esame C. 2362 Susanna Cenni e Andrea Romano - relatore on. L’Abbate) che iniziano oggi il loro percorso.

L'auspicio che formuliamo è quello che i due provvedimenti legislativi possano essere oggetto di un confronto costruttivo.

Il primo, che rappresenta un passaggio legislativo necessario per dotare il sistema di strumenti normativi più adeguati alla lotta alla piaga del bracconaggio, è stato oggetto di ampia discussione in commissione agricoltura al Senato dalla quale è uscito con un voto unanime.

Il secondo, sulla pesca sportiva in mare, rappresenta invece il primo tentativo di dotare il settore della pesca sportiva e amatoriale di un’articolata ed organica legge che affronti le annose problematiche del settore che spaziano dal tema della pesca nei porti al tema delle reti sottocosta, al tema delle guardie ittiche volontarie in mare fino al tema delle misure minime e dell’istituzione delle nuove figure professionali delle guide di pesca.