Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/images/attivitasubacquee_nuotopinnato/apnea/medium/slide_vr_apnea.jpg

VERIFICA DEI REQUISITI APNEA: IMPORTANTI NOVITA’ SIA PER CHI LA ORGANIZZA SIA PER CHI VI PARTECIPA

Si segnala che, in conformità con quanto previsto dal Programma Formativo Apneistico (PFAp), ogni 36 mesi gli Istruttori, gli Allenatori, i Maestri e i Commissari (d’ora in avanti identificati nel loro complesso con il termine di “Tecnici”) dovranno partecipare alla verifica dei requisiti di sicurezza, consistenti in:

• una prova di discesa in tranquillità e con la tecnica corretta a 30 metri di profondità in CWT BP (assetto costante con pinne);

• una prova di recupero di apneista incosciente da 20 metri di profondità, salpando il cavo;

• una simulazione di soccorso su apneista incosciente a 15 metri di profondità, per intervento diretto.

I Tecnici brevettati prima del 31 Dicembre 2017 e i Tecnici che hanno effettuato la verifica dei requisiti nel corso del 2018 dovranno effettuare nuovamente la verifica entro il 31 Dicembre 2021, mentre i Tecnici che hanno effettuato la verifica dei requisiti nel corso del 2019 dovranno effettuare nuovamente la verifica entro il 31 Dicembre 2022. Le date e i luoghi di svolgimento delle verifiche, organizzate dalle singole Società o promosse dai CeFIS, potranno anche non essere comunicati agli Uffici dei Settori competenti (Attività Subacquee e Nuoto Pinnato e Didattica Subacquea). E’ di fondamentale importanza, però, che, al termine delle stesse, il Commissario/Maestro incaricato dalle singole Società organizzatrici o dai CeFIS trasmetta ai suddetti Settori, tramite posta elettronica (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), l’apposita scheda, debitamente compilata e firmata. Nel caso in cui una Società organizzatrice o un CeFIS non riuscisse a individuare autonomamente un Commissario/Maestro da incaricare, potrà essere chiesto il supporto dei Settori competenti allo scopo di individuarne uno, fermo restando che le spese di viaggio e soggiorno del Commissario/Maestro non saranno a carico della FIPSAS. Le schede trasmesse dai Commissari/Maestri verranno trattate dai Settori competenti e i dati relativi al superamento o meno delle verifiche verranno gestiti a livello informatico, in maniera tale che, scaduti i 36 mesi dalla data di conseguimento del brevetto o dal superamento delle verifiche, i Tecnici risultino automaticamente in stato inattivo nei rispettivi albi. I Tecnici non presenti negli albi risulteranno temporaneamente inattivi nell’abilitazione a svolgere corsi e ad emettere brevetti di apnea. Saranno autorizzati, comunque, a svolgere i corsi indoor (Pool CMAS), rilasciando i relativi brevetti. Saranno, inoltre, abilitati a svolgere le funzioni formative previste dal proprio brevetto, fermo restando che nelle attività in acque libere dovranno avvalersi di collaboratori regolarmente inseriti in uno degli albi facenti parte dell’ATIA.