images/images/attivitasubacquee_nuotopinnato/apnea/medium/Foto_Fusto_Zaffaroni_e_Sciacca.jpg

MONDIALE DI APNEA INDOOR: L’ITALIA CHIUDE IN BELLEZZA

Nella quarta e ultima giornata di gare del Mondiale di Apnea Indoor di Belgrado l’Italia conquista altre tre medaglie: una d’oro, una d’argento e una di bronzo. Tutte nell’apnea endurance 8x50 m. Ad aggiudicarsi il titolo iridato, il secondo dopo quello ottenuto il 12 giugno u.s. nell’endurance 16x50 m, è stata Chiara Zaffaroni, che, con il tempo di 4’ 40’’ e 00, si è imposta sia sull’ucraina Yuliia Chumak, seconda con 4’ 48’’ e 46, che sulla ceca Jindriska Zajacova, terza con 5’ 06’’ e 09. A rendersi protagonista della medaglia d'argento, bissando così il risultato conseguito nell’endurance 16x50 m, è stato invece Giuseppe Fusto, che, con il tempo di 4’ 02’’ e 64, si è arreso soltanto a Derin Toparlak, laureatosi campione mondiale con 3’ 54’’ e 53. Ha completato il podio Angelo Sciacca, autore di una meritatissima medaglia di bronzo con il tempo di 4’ 09’’ e 90. Anche per Sciacca, al pari di Zaffaroni e Fusto, quella di oggi è stata la seconda medaglia conquistata in questo Mondiale, dopo l’argento vinto ieri nella speed 100 m. Buonissima anche la prova di Erica Barbon, quarta con il tempo di 5’ 11’’ e 18. Nell’altra competizione in programma, vale a dire quella di apnea dinamica con monopinna, Livia Bregonzio non è riuscita per pochissimo a completare il protocollo di uscita e sul podio, che altrimenti avrebbe sicuramente centrato (avrebbe vinto la medaglia d’argento), sono così finite la croata Mirela Kardasevic, medaglia d’oro con la distanza di 275,36 m, e le polacche Magdelena Solich-Talanda, seconda con 262,78 m, e Julia Kozerska, terza con 256,00 m. L’Italia, guidata dal Capo Delegazione, Michele Geraci, e dal Direttore Tecnico Indoor, Monica Barbero, chiude questa competizione iridata con all’attivo n. 10 medaglie, quattro d’oro, tre d’argento e tre di bronzo, che valgono agli azzurri la prima posizione nel medagliere finale, seguiti dalla Polonia, seconda con nove medaglie (tre d’oro, quattro d’argento e due di bronzo) e dalla Croazia, terza con sei medaglie (tre d’oro, due d’argento e una di bronzo).