images/img/federazione/medium/CANOSSA.jpg

A CANOSSA IDEE E PROPOSTE PER LA GESTIONE PIÚ SOSTENIBILE DELLA RISORSA IDRICA

Molto ben organizzato dal Comune di Canossa in collaborazione con l'Università di Parma si è tenuto presso il Teatro Comunale Matilde di Canossa a Ciano D'Enza un incontro tra le tante realtà interessate a portare avanti idee e proposte per la gestione più sostenibile della risorsa idrica e per la valorizzazione del Fiume Enza.


Il contesto e le proposte sono comunque trasportabili su qualsiasi realtà simile a quella dell'Enza e sicuramente in Italia di queste realtà ce ne sono sicuramente tante. Visto il tema decisamente interessante sono state tante ed importanti le voci che hanno voluto prendere parte a questa giornata di confronto e di lavoro. I lavori sono stati aperti dal Sindaco di Canossa Luca Bolondi seguito dal Presidente Gestione Parchi Emilia Centrale Giovanni Battista Pasini, dal Direttore Parco dell'Appennino Tosco Emiliano Riserva Mab Unesco Giuseppe Vignali, dall'Assessore Ambiente Comune di Canossa Mara Gombi, dal Direttore Gestione Parchi Emilia Centrale Valerio Fioravanti, da Silvia Franceschini dell'Arpae, dal Project Leader Life Barbie Francesco Nonnis Marzano con cui ha collaborato Valeria Zefiro, moderatore della giornata Christian Farioli, che ha tratto le conclusioni della prima parte dell'incontro. I lavori sono poi proseguiti con gli interventi di Giuliano Cervi della Federazione Pro Natura, Massimo Valente dell'Aipo, Francesco Capuano della Protezione Civile, Alessandro Fabbrizzi della Scuola Superiore di Pisa, Alberto Montanari dell'Università di Bologna, Aronne Ruffini del Consorzio di Bonifica Emilia Centrale, Federico Ferretti Iren/ Ireti, Vittoria Montaletti e Camilla Iuzzolino della regione Emilia Romagna, Walter Baricchi del Club Unesco reggio Emilia, Marco Gustin della Lipu. Importante anche la presenza della Fipsas con i Consiglieri nazionali Lorenzo Ziboni e Massimo Rossi, il Vice Presidente del Comitato Provinciale Fipsas Gianni Bonacini con alcuni suoi collaboratori, interessante l'intervento di Giuliano Tagliavini Responsabile della Vigilanza Fipsas di Reggio Emilia che ha fatto il resoconto delle giornate ecologiche organizzate con il Comune di Canossa dove è stata raccolta una grande quantità di rifiuti di tutti i tipi, Tagliavini ha anche voluto sottolineare l'ottimo lavoro svolto in collaborazione tra la Fipsas, Pronatura e la Lac nel 2016 con 26 Guardie impegnate in 46 turni di vigilanza con 135 presenze per un totale di 580 ore di copertura. Nel chiudere il suo intervento Tagliavini, visto che la maggior parte dei rifiuti raccolti sono bottiglie di tutti i tipi, chiedeva se come succede in altri paesi fosse possibile mettere una cauzione su tutti i tipi di contenitori asportabili in modo che la loro restituzione possa avere un riscontro diretto.Per quel che concerne tutti i temi trattati nella giornata di lavoro si può consultare il sito www.adbpo.gov.it/life-barbie, dati che potranno essere presenti quanto prima anche sul sito della Fipsas di Reggio Emilia.