Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/images/attivitasubacquee_nuotopinnato/apnea/medium/fipsas_settoreSN.jpg

EVENTI E COMPETIZIONI DI INTERESSE NAZIONALE SETTORE ATTIVITA' SUBACQUEE E NUOTO PINNATO

In data 6 Novembre u.s., il CONI, in base a quanto previsto dalla lettera e) comma 9 dell’Art. 1 del D.P.C.M. del 3 Novembre u.s., ha ufficializzato "gli eventi e le competizioni riconosciuti di interesse nazionale …. omissis…. riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali". Per quel che riguarda il Settore Attività Subacquee e Nuoto Pinnato, gli eventi e le competizioni riconosciuti di interesse nazionale sono quelli contenuti nei seguenti tre documenti:

Conseguentemente, in conformità con quanto contemplato dalla lettera e) del suddetto D.P.C.M., sono da ritenersi consentite le sessioni di allenamento degli atleti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni riportate all’interno dei sopra richiamati Calendari Nazionali Gare, a condizione che le stesse avvengano a porte chiuse, nel caso delle discipline sportive che si praticano in piscina, e nel rispetto dell’apposito "Protocollo di dettaglio emanato dalla FIPSAS – Settore Attività Subacquee e Nuoto Pinnato". Tali sessioni di allenamento sono da ritenersi consentite anche nelle Regioni cosiddette “arancioni” e “rosse”, all’interno delle quali gli atleti che intendono allenarsi per prendere parte alle competizioni riconosciute di interesse nazionale sono pregati di recarsi alle suddette sessioni avendo cura di portare con se, oltre all’autocertificazione (sempre obbligatoria nelle Regioni “rosse”; soltanto quando si ci sposta in un Comune diverso dal proprio nelle Regioni “arancioni”), la tessera FIPSAS, i Calendari Nazionali Gare e la copia del D.P.C.M. del 3 Novembre u.s. e, in particolare, della lettera e) comma 9 dell’Art. 1. A maggior ragione, analoga documentazione dovrà essere portata, da parte degli atleti che risiedono o sono domiciliati all’interno delle Regioni “arancioni” o “rosse”, per recarsi in un’altra Regione a svolgere competizioni riconosciute di interesse nazionale o sessioni di allenamento finalizzate alla partecipazione alle predette competizioni.