Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/images/federazione/medium/faq_dipartimento_perlosport9nov.jpg

CHIARIMENTI DEL GOVERNO IN MERITO ALL’ESERCIZIO DELLA PESCA SPORTIVA NELLE ZONE GIALLE - ARANCIONI - ROSSE

Ad ulteriore argomentazione delle interpretazioni assunte in questi giorni da FIPSAS e FIOPS in merito ai contenuti del DPCM del 3 novembre 2020 é uscita oggi una Faq del Dipartimento per lo Sport della presidenza del Consiglio dei Ministri che fa chiarezza in merito ala possibilità di esercizio della pesca sportiva individuale e agonistica.

QUESTO IL LINK ALLA FAQ --> https://bit.ly/3k9tjN

È consentita la pesca sportiva? E le gare di pesca?

Salvo diverse disposizioni eventualmente emanate con ordinanze regionali, che, come noto, possono adottare provvedimenti più restrittivi, come di evince dall’art.1, comma 9, lettera d) del DPCM 3 novembre 2020, la pesca di superficie, sia sotto forma di attività amatoriale che di allenamento, potrà continuare ad essere praticata, in quanto attività che si svolge in forma individuale e all'aperto, fermo restando il rispetto del distanziamento sociale e del divieto di assembramento. Le gare si potranno svolgere solo se ritenute di interesse nazionale tramite provvedimento del CONI o del CIP.

Si rappresenta inoltre che nelle regioni identificate a massima gravità (cd. rosse), non è previsto lo spostamento da un Comune ad un altro se non per comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità. Ciò significa che al momento di un controllo durante la fase di spostamento si dovrà provare il possesso di uno dei tre motivi.

 

ULTERIORI CHIARIMENTI durante la Diretta Facebook delle ORE 19.00 sulla pagina facebook FIPSAS e FIOPS