Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/images/federazione/medium/matteoli_13nov.jpg

ASSOCIAZIONI, REGIONI E PESCATORI RIUNITI INSIEME A MILANO RIBADISCONO UNA NETTA CONTRARIETÀ AL DECRETO DIRETTORIALE DEL 2 APRILE 2020

Centinaia di persone insieme sabato 13 novembre a Milano a Piazza di Città di Lombardia per ribadire un corale NO al decreto direttoriale del 2 aprile 2020 che vieta in Italia l’immissione di alcune specie ittiche alloctone presenti nel nostro paese da secoli come la trota fario atlantica, il coregone lavarello , il salmerino alpino ed il Black Bass.
Il decreto, come noto, sta causando incalcolabili danni economici al settore della pesca sportiva e professionale, dell’ittiocultura, del mercato e dell’intero indotto economico del settore ( guide di pesca, ricettività e ristorazione …).
 
257717564 4316492088478366 3966305847930259075 n
 
L’evento arriva dopo oltre 10 mesi di duro lavoro congiunto realizzato da FIPSAS ed in particolare dal suo presidente Ugo Claudio Matteoli e dal Comitato Tecnico Scientifico della Federazione insieme a FIOPS e API - Associazioni Pescicultori Italiani.
 
Fondamentali, in questo percorso, le date dell'8 Luglio 2021 quando il presidente Matteoli ha chiamato a raccolta tutti gli assessori all'agricoltura delle regioni italiane affinché le regioni assumessero una posizione unitaria su tale tema e, di conseguenza, l'approvazione il 3 Novembre 2021 di un ordine del giorno unitario da parte della conferenza delle regioni al governo.
 
257678906 4316492828478292 6304242317730202200 n
L'evento si è concluso con l'elaborazione di un documento unitario che sarà diffuso a breve ed una richiesta congiunta Regioni/associazioni di un'assunzione di responsabilità politica diretta da parte del Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani vista l’inutilità dei lunghi confronti dei mesi scorsi con i funzionari ministeriali e dell’Ispra.
 
Questo è stato chiesto dalle Regioni e da tutte le associazioni insieme riunite sabato a Milano.
 
257991492 4316493058478269 8363132642609284308 n
 
257829306 4316492515144990 4099125377706382157 n
 

257752468 4316491948478380 1055820927310304933 n