images/images/Pesca_Di_Superficie/big_game/medium/biggame_wc2022.jpg

TUTTO PRONTO A PESCARA PER IL 30° CAMPIONATO MONDIALE DI BIG GAME DRIFTING

L’attesa è ormai terminata, mancano infatti pochi giorni al grande appuntamento che tutti gli appassionati di pesca sportiva in mare stanno aspettando, il Campionato Mondiale di Big Game specialità Drifiting, in programma dal 10 al 17 Settembre nelle acque antistanti la città di Pescara.

L'evento che la FIPS MER internazionale ha assegnato all'Italia e che sarà organizzato dalla FIPSAS in collaborazione con l'Asd Dolphin Club Pescara è stato presentato ieri presso la Sala consiliare del Comune abruzzese, attraverso una conferenza stampa molto partecipata ed attenta alla manifestazione internazionale “in-coming”, alla quale hanno partecipato: il sindaco di Pescara Carlo Masci; l’assessore allo sport del Comune di Pescara Patrizia Martelli, il presidente della Commissione sport del Comune di Pescara Adamo Scurti, il consigliere regionale Guerino Testa, il Direttore marittimo di Pescara Capitano di Vascello Marcello Luigi Notaro, il Comandante del reparto operativo navale della Guardia di Finanza di Pescara Tenente Colonnello Francesco Caroppi, il consigliere nazionale Fipsas Stefano Sarti Vice presidente del settore di acque di superficie e responsabile attività mare in videocollegamento, il consigliere regionale Fipsas Carlo Paolini, il presidente regionale Fipsas Mario Cacciatore, il presidente provinciale Fipsas Pescara Christian Di Sabatino, il presidente del Marina di Pescara Carmine Salce, il presidente del CONI regionale Enzo Imbastaro, un rappresentante della nazionale italiana in gara Antonio Di Meco campione italiano in carica, la rappresentante del main sponsor Suzuki Immacolata Moretta, il presidente del FLAG Costa di Pescara Claudio Lattanzio, il direttore dell’Assonautica provinciale Sez. di Pescara Pier Paolo Razzi, il presidente della asd Dolphin Club Pescara Maurizio Scurti, il vice presidente asd Dolphin Club Pescara Luigi Potenza, il direttore tecnico Alessandro Tranquilli e tutto il Comitato organizzatore dell’evento.

IMG 20220907 WA0001

I 18 equipaggi in gara arriveranno da tutto il mondo e saranno composti da 4/5 atleti ognuno. Dodici le Nazioni: Stati Uniti d’America, Spagna, Egitto, Inghilterra, Slovenia, Sud Africa, Croazia, Germania, Portogallo, Messico, Montenegro e Italia, che si sfideranno nelle acque del nostro Adriatico, nel campo di gara antistante il porto turistico Marina di Pescara sino ad Ortona, per conquistare il titolo di campione del mondo di big game-drifting 2022. L’Italia, campione mondiale uscente della specialità, dopo la vittoria ottenuta lo scorso anno nelle acque di Pesaro, sentirà il peso della responsabilità di difendere il titolo e cercherà di vincere, anche in questa edizione, la medaglia d’oro.

Domenica 11 settembre tutti gli equipaggi, accompagnati dalla banda di Ripa Teatina, sfileranno dalla Madonnina del molo nord, sul ponte del mare per arrivare all’anfiteatro del Marina di Pescara, dando l’avvio all’apertura ufficiale del Campionato mondiale alla presenza di tutte le autorità civili e militari. La gara vede impegnati gli equipaggi delle Nazioni per quattro giorni: lunedì la prova ufficiale di pesca e i successivi martedì, mercoledì e giovedì le tre giornate di gara ufficiali. Venerdì giorno dedicato ad un eventuale recupero a causa di condizioni meteomarine avverse e, la sera premiazione ufficiale e cena di gala. Il sabato partenza delle nazionali.

biggame nazionale2022

La nazionale italiana che parteciperà al 30° Campionato del Mondo di Big Game sarà formata da 2 equipaggi così composti: ANTONIO DI MECO, NIKO DE PATRE, GIAN LUCA BONORA, LORIS GALVAN, GUIDO ASCHERI, LUCA MISEROCCHI, PASQUALE SCOTTO DI LUZIO, MIRKO DI DOMENICO. La squadra sarà capitanata dal CT MIRKO EUSEBI e dal vice CT FRANCO BELLINI e accompagnata dai dirigenti federali STEFANO SARTI e DINO BENZI. A supporto della delegazione azzurra i dipendenti federali Awatef Afallah, Simonetta Gori, Enrico Tricoli, Catia Angelelli, Emanuele Iacomini, Alessandra Moccia e Susanna Antonella.

Importante sottolineare che questo campionato mondiale di pesca sarà un CAMPIONATO GREEN, che la FIPSAS ha adottato regole per la cura ed attenzione alla tutela dell’ambiente e, nello specifico, delle risorse marine e delle specie a rischio, tutelando l'incolumità del pescato che dovrà essere rilasciato vivo in mare.